Navigazione – Mappa del sito

Politiche editoriali

Diacronie:

  • è stata classificata dall’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) come rivista scientifica sia per l’area 11 (Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche), sia per l’area 14 (Scienze politiche e sociali);

  • fa parte del portale di riviste di scienze umane e sociali revues.org;

  • è indicizzato dalla DOAJ (Directory of Open Access Journals);

  • è indicizzato nell’EHRI (European Reference Index for the Humanities);

  • è indicizzato nell’ACNP (Archivio Collettivo Nazionale dei Periodici).

Peer review

I saggi inviati alla rivista sono sottoposti a una peer review cieca. I due referee anonimi vengono scelti sulla base di specifiche competenze e dell’ambito di ricerca. I saggi sono valutati in base a diversi criteri, indicati in una scheda “scheda di valutazione”. Presentando il proprio contributo, l’autore accetta implicitamente il processo di doppia peer review cieca. La redazione si impegna a dare un giudizio sia in caso di accettazione sia di rifiuto dell’articolo, entro un periodo massimo di quattro mesi dalla data di ricezione dello stesso.

Accesso aperto

Questa rivista segue una politica di “open access” a tutti i suoi contenuti nella convinzione che un accesso libero e gratuito alla ricerca garantisca un maggiore scambio di saperi. Presentando un articolo alla rivista l’autore accetta implicitamente la sua pubblicazione in base alla licenza Creative Commons Attribution 3.0 Unported License.

Presentare proposte di articoli e pubblicare su Diacronie è gratuito.

Una versione in .html degli articoli di Diacronie è disponibile sulla versione della rivista ospitata sulla piattaforma revues.org: http://diacronie.revues.org/.

Licenza Creative Commons

La rivista consente la ripubblicazione del post-print in altri siti o archivi istituzionali, anche nella versione editoriale definitiva.

Valutiamo la traduzione di articoli già pubblicati in altre lingue, previo accordo con le riviste su cui sono originariamente comparsi.

Gli autori che pubblicano su questa rivista mantengono i diritti d’autore.

I testi pubblicati su Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons 3.0.

Codice etico della rivista

La rivista si è data un codice etico ispirato al COPE Code of Conduct: http://publicationethics.org/files/Code_of_conduct_for_journal_editors.pdf.

Gli autori, i redattori della rivista, i revisori e l’editore devono aderire a questi standard etici richiesti e condividerli.

Responsabilità della Redazione

La Redazione ha il dovere di agire se sospetta cattiva condotta o se rileva abusi da parte degli autori. Questo dovere si estende ai documenti pubblicati e inediti.

La Redazione e il Comitato Scientifico decidono di accettare o rifiutare un articolo per la pubblicazione nella rivista sulla base della rilevanza del soggetto e dell’originalità e sono orientati nel giudizio da revisori esterni (Peer Reviewers) adeguatamente qualificati.

La Redazione assicura l’adeguata selezione dei Peer Reviewers. La Redazione si sforza di garantire che la peer review sia equa, imparziale e tempestiva. La descrizione del processo di revisione è pubblicato, e la Redazione è pronta a giustificare qualsiasi deviazione importante dal processo descritto.

La Redazione segue un protocollo che garantisce che il materiale presentato alla rivista rimanga riservato durante il processo di valutazione. La riservatezza delle informazioni individuali, di ricerca o professionali ottenute è garantita durante il processo di revisione.

Responsabilità degli Autori

Gli autori sono responsabili per gli articoli che presentano: essi devono garantire l’originalità delle loro opere, di essere consapevoli delle conseguenze di una cattiva condotta. Gli autori dovrebbero sempre riconoscere le proprie fonti e fornire dettagliate citazioni per tutte le pubblicazioni che hanno influenzato il loro lavoro.

Gli autori sono invitati a seguire le norme redazionali, garantendo in tal modo l’accuratezza, la completezza e la chiarezza degli articoli, inclusi gli standards tecnici ed editoriali.

Responsabilità dei Revisori

Ai revisori sono fornite indicazioni su tutto ciò che riguarda il loro compito tra cui la necessità di gestire il materiale inviato in via riservata.

I revisori sono tenuti a comunicare eventuali conflitti di interesse potenziali prima di accettare di esaminare una proposta.

I revisori sono invitati a commentare l’originalità delle offerte e di essere attenti a eventuali pubblicazioni ridondanti e al plagio.

Il revisore avverte la Redazione in caso di questioni legate alla proprietà intellettuale e al plagio o per gestire potenziali violazioni delle leggi sulla proprietà intellettuale.

I revisori dovrebbero contribuire a individuare la rilevanza di pubblicazioni che non sono state citate dagli autori.

  • Revues.org