Navigazione – Mappa del sito
IV. Panoramiche
19/ Francia 2015

Julie Le Gac, Anne-Laure Ollivier, Raphaël Spina, Olivier Wieviorka (sous la direction de), La France en chiffres de 1870 à nos jours1

Émilien Ruiz
Traduzione di Elisa Grandi
Riferimento/i:

Julie Le Gac, Anne-Laure Ollivier, Raphaël Spina, Olivier Wieviorka (sous la direction de), La France en chiffres de 1870 à nos jours, Paris, Perrin, 2015, 850 pp.

Testo integrale

Julie LE GAC, Anne-Laure OLLIVIER, Raphaël SPINA, Olivier WIEVIORKA (sous la direction de), La France en chiffres de 1870 à nos jours, Paris, Perrin, 2015, 850 pp.Visualizza l'immagine
Crediti : Julie LE GAC, Anne-Laure OLLIVIER, Raphaël SPINA, Olivier WIEVIORKA (sous la direction de), La France en chiffres de 1870 à nos jours, Paris, Perrin, 2015, 850 pp.

1La France en chiffre è innanzitutto un’impresa documentaria. Il primo obiettivo del lavoro, in effetti è di offrire un panorama statistico il più possibile esaustivo della Francia nel XX secolo. Un libro dunque imprescindibile, che permette, in poco tempo, di reperire informazioni fondamentali sui diversi aspetti dello Stato e della società francese nel XX secolo. Organizzato in 5 macro aree (demografia, economia, società, politica, guerre e crisi), raccoglie dati talvolta pubblicati da organismi pubblici (l’INSEE, l’INED, etc.), talvolta recuperati attraverso altri lavori storiografici. I primi capitoli sono consacrati alle principali questioni economiche e demografiche, anche attraverso una prospettiva comparata rispetto ad altri paesi. In seguito vengono riportate informazioni su tematiche riguardanti le elezioni politiche, le categorie socio-professionali e i principali conflitti militari che hanno visto impegnata la Francia: dalla guerra del 1870 alla guerra di Algeria, passando per le guerre coloniali e i conflitti mondiali. L’opera ha dunque un indiscusso valore di documentazione e si presta ad essere un ottimo strumento di lavoro per gli studenti. Tuttavia, vi si possono riscontrare alcuni limiti, sia nella contestualizzazione delle fonti, sia per quanto riguarda la loro tracciabilità. In alcuni casi, in effetti, l’istituto che ha prodotto i dati viene citato, ma senza fornire altre indicazioni che permettano al lettore di rinvenire gli studi utilizzati. Inoltre, non è sempre ben indicato se le tabelle siano prese direttamente dalla fonte, o siano, piuttosto, il frutto di un’elaborazione degli autori a partire da più fonti e materiali. Risulta infine un problema il fatto che non venga fatto accenno a come le statistiche vennero costruite e ai dibattiti che si produssero di volta in volta davanti alla costruzioni di serie storiche sul lungo periodo. Infine, manca ogni riferimento al libero accesso, in linea, di alcune fra le statistiche riportate. Sarebbe stato invece utile, per il lettore, sapere che alcune statistiche pubbliche sono disponibili su Gallica2. Ci si sarebbe potuto aspettare anche un riferimento diretto alle statistiche apparse sul Centre de recherche historique3 e sul sito dell’INSEE4.

2Queste osservazioni non tolgono nulla alla pertinenza e all’utilità della pubblicazione, che costituisce sicuramente un riferimento fondamentale per studenti e insegnanti.

Inizio pagina

Note

1 L’articolo è tratto da una versione più ampia apparsa sulla rivista «La Vie des Idées», il 31 agosto 2015.

2 URL: < http://gallica.bnf.fr/ark:/12148/cb34349577d/date > [consultato il 23 aprile 2016].

3 URL: < http://acrh.revues.org/2890 > [consultato il 23 aprile 2016].

4 URL: < http://www.insee.fr/fr/service/bibliotheque/tableaux_sgf/tableaux.asp?domaine=rec > [consultato il 23 aprile 2016]. 

Inizio pagina

Per citare questo articolo

Riferimento elettronico

Émilien Ruiz, « Julie Le Gac, Anne-Laure Ollivier, Raphaël Spina, Olivier Wieviorka (sous la direction de), La France en chiffres de 1870 à nos jours », Diacronie [Online], N° 28, 4 | 2016, Messo online il 29 dicembre 2016, consultato il 18 novembre 2017. URL : http://diacronie.revues.org/4499

Inizio pagina

Autore

Émilien Ruiz

Émilien Ruiz è maître de conference presso l’Université de Lille. Ha insegnato metodologia della ricerca storica all’EHESS e storia contemporanea e informatica per le scienze storiche all’Università di Paris 7 – Denis Diderot, dove si è addottorato. Dal 2012 collabora ai corsi di Paul André Rosental all’Istituto di Scienze Politiche di Parigi. È cofondatore (con Franziska Heimburger) de La Boite à Outils des Historiens, blog di informazione scientifica sugli strumenti informatici per le scienze storiche; gestisce inoltre il blog Devenir historien-ne, sulla metodologia della ricerca storica e sulla storiografia.
URL: < http://www.studistorici.com/2010/12/07/emilien_ruiz/ >

Articoli dello stesso autore

Inizio pagina

Diritti d'autore

Creative Commons License

Creative Commons License

Gli articoli di «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.5). Possono essere riprodotti a patto di citarne l’autore e la fonte originaria, di non modificarne i contenuti e di non usarli per fini commerciali. La citazione di estratti è comunque sempre autorizzata, nei limiti previsti dalla legge.

 



The works by «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» are published under a Creative Commons Licence (CC BY-NC-ND 2.5). They can be distributed on the condition that you attribute the work to the author and licensor, you do not modify the original contents and you do not use them for commercial purposes. The quotation of excerpts however is always allowed, in accordance with the law.

Inizio pagina
  • Revues.org