Navigazione – Mappa del sito
IV. Panoramiche
21/ Gran Bretagna 2015

Gabriel Gorodetsky (edited by), The Maisky Diaries: Red Ambassador to the Court of St James’s 1932-1943

Claudia Baldoli e Luigi Petrella
Riferimento/i:

Gabriel Gorodetsky (edited by), The Maisky Diaries: Red Ambassador to the Court of St James’s 1932-1943, New Haven-London, Yale University Press, 2015, 632 pp.

Testo integrale

Gabriel GORODETSKY (edited by), The Maisky Diaries: Red Ambassador to the Court of St James’s 1932-1943, New Haven-London, Yale University Press, 2015, 632 pp.Visualizza l'immagine
Crediti : Gabriel GORODETSKY (edited by), The Maisky Diaries: Red Ambassador to the Court of St James’s 1932-1943, New Haven-London, Yale University Press, 2015, 632 pp.

1In attesa che arrivino in libreria i tre volumi della versione integrale annotata, la pubblicazione della selezione dei diari di Ivan Maisky, ambasciatore dell’Unione Sovietica a Londra dal 1932 al 1943, ha reso disponibile per la prima volta in inglese una fonte straordinaria per lo studio della politica britannica e delle relazioni internazionali in un decennio cruciale della storia europea e mondiale, scandito da passaggi cruciali come l’illusione dell’appeasement, i negoziati che condussero alla firma del patto Molotov-Ribbentropp, l’ascesa di Churchill al governo, l’invasione nazista della Russia e l’acceso dibattito sull’apertura del secondo fronte. Il curatore Gabriel Gorodetsky, fellow dell’All Souls College di Oxford e professore emerito di storia all’università di Tel Aviv, scoprì i documenti originali negli archivi moscoviti nel 1993.

2Discendente da una famiglia ebreo-polacca ed esule dalla Russia zarista, estroverso e mondano, Maisky aveva visitato Londra per la prima volta nel 1912 e otto anni dopo era entrato nella diplomazia del nuovo stato rivoluzionario, uscendo miracolosamente indenne dalle purghe degli anni Trenta, a cui lo candidavano la sua reputazione di intellettuale cosmopolita e un’eccezionale indipendenza di spirito e di giudizio. Il lungo soggiorno a Londra e il canale diretto che era stato in grado di aprire con i maggiori politici inglesi lo resero indispensabile al suo governo negli anni in cui la comprensione della politica estera britannica, in primo luogo nei confronti della Germania nazista, era vitale per Mosca. Il diario getta luce anche sul ruolo che le rivalità interne al Cremlino giocarono nella formulazione della politica estera sovietica negli anni Trenta.

3Per più di dieci anni, il diplomatico riuscì a intrattenere una fittissima rete di rapporti con le figure più in vista della vita pubblica britannica, senza peraltro raggiungere lo scopo di contrastare l’indisponibilità, prevalente nell’establishment di Londra, a prendere di petto Hitler e Mussolini fin dal 1938. Le pagine dei suoi diari registrano le lunghe conversazioni che Maysky ebbe regolarmente con politici come Winston Churchill, Anthony Eden, Lord Halifax e David Lloyd George, editori come Lord Beaverbrook, diplomatici come Joseph Kennedy (ambasciatore degli Stati Uniti a Londra dal 1938 al 1940), e intellettuali come Sidney e Beatrice Webb, John Maynard Keynes, H. G. Wells e George Bernard Shaw.

Inizio pagina

Per citare questo articolo

Riferimento elettronico

Claudia Baldoli e Luigi Petrella, « Gabriel Gorodetsky (edited by), The Maisky Diaries: Red Ambassador to the Court of St James’s 1932-1943 », Diacronie [Online], N° 28, 4 | 2016, Messo online il 29 dicembre 2016, consultato il 19 settembre 2017. URL : http://diacronie.revues.org/4537

Inizio pagina

Autori

Claudia Baldoli

Claudia Baldoli è Senior Lecturer in European History presso la University of Newcastle. È autrice di Exporting fascism: Italian fascists and Britain’s Italians in the 1930s, Oxford-New York, Berg, 2003 e curatrice (assieme ad Andrew Knapp e Richard Overy) di Bombing, states and peoples in Western Europe, 1940-1945, London-New York, Continuum, 2011 e (con Adrew Knapp) Forgotten blitzes : France and Italy under Allied air attack, 1940-1945, London-New York, Continuum, 2012.
URL: < http://www.studistorici.com/progett/comitato-scientifico/ >

Articoli dello stesso autore

Luigi Petrella

Luigi Petrella ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia presso la University of Newcastle, dove è teaching assistant. In precedenza ha lavorato come giornalista per venticinque anni. È autore di Staging the Fascist War: The Ministry of Popular Culture and Italian Propaganda on the Home Front, 1938-1943, Oxford-Bern-Berlin-Bruxelles-Frankfurt am Main-New York-Wien, Peter Lang, 2016.
URL: < http://www.studistorici.com/progett/autori/#Petrella >

Articoli dello stesso autore

Inizio pagina

Diritti d'autore

Creative Commons License

Creative Commons License

Gli articoli di «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.5). Possono essere riprodotti a patto di citarne l’autore e la fonte originaria, di non modificarne i contenuti e di non usarli per fini commerciali. La citazione di estratti è comunque sempre autorizzata, nei limiti previsti dalla legge.

 



The works by «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» are published under a Creative Commons Licence (CC BY-NC-ND 2.5). They can be distributed on the condition that you attribute the work to the author and licensor, you do not modify the original contents and you do not use them for commercial purposes. The quotation of excerpts however is always allowed, in accordance with the law.

Inizio pagina
  • Revues.org