Navigazione – Mappa del sito
IV. Panoramiche
23/ Romania 2015

Lucian Boia, Omul şi clima. Teorii, scenarii, psihoze

L’uomo e il clima. Le teorie, gli scenari, la psicosi
Francesco Zavatti
Riferimento/i:

Lucian Boia, Omul şi clima. Teorii, scenarii, psihoze, Bucarest, Humanitas, 2015, e-book

Testo integrale

Lucian BOIA, Omul şi clima. Teorii, scenarii, psihoze, Bucarest, Humanitas, 2015, e-bookVisualizza l'immagine
Crediti : Lucian BOIA, Omul şi clima. Teorii, scenarii, psihoze, Bucarest, Humanitas, 2015, e-book

1La storia dell’immaginario non conosce confini temporali né fisici: li crea, contestualizzando e decostruendo le mitologie. Lucian Boia, tra i pionieri della storia dell’immaginazione umana e maestro nella sua decostruzione, si chiede: quali sono stati, nei secoli e ancora oggi, i meccanismi psicologici ed ideologici che hanno fatto sì che il genere umano fosse influenzato dal clima meteorologico e dagli eventi naturali in generale?

2La neve, il freddo, il caldo, le inondazioni, i terremoti, le valanghe e la siccità sono stati (e sono ancora) oggetto di riflessione sulla condizione umana da parte dei filosofi, come ostacoli non-politici della creazione di comunità, Stati ed imperi. Il determinismo dei filosofi del Diciottesimo secolo (Montesquieu, Hume ed Herder) lasciò spazio nel Ventesimo secolo al possibilismo: storici e geografi ebbero agli inizi del Novecento un ruolo fondamentale in questo nuovo orientamento. In particolare, Ellsworth Huntington fu il primo geografo a scrivere (nel 1907) di cambiamenti climatici e delle sue conseguenze per le civilizzazioni. Oggi, più che allora, il cambiamento climatico è oggetto di discussioni politiche ai massimi livelli. Il passato della storia del clima è complicato, ma ancora più complicato è il nostro futuro, incerto tra un’idea di progresso continuo dove natura e clima vengono domati dal genere umano, e un ritorno allo stato di natura causato una grande, immaginifica catastrofe.

Inizio pagina

Per citare questo articolo

Riferimento elettronico

Francesco Zavatti, « Lucian Boia, Omul şi clima. Teorii, scenarii, psihoze », Diacronie [Online], N° 28, 4 | 2016, Messo online il 29 dicembre 2016, consultato il 18 novembre 2017. URL : http://diacronie.revues.org/4578

Inizio pagina

Autore

Francesco Zavatti

Francesco Zavatti (1982) ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia presso il Centre for Baltic and East European Studies della Södertörn University, Svezia. Si è laureato in storia (magna cum laude) presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia con una tesi dal titolo Storiografia e Nazionalismo nella Romania di Ceauşescu. Nel periodo 2008-2011, ha collaborato a progetti educativi ed editoriali con l’Istituto della Resistenza e della Storia Contemporanea di Modena. È stato insignito nel 2010 di una borsa di studio da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena per condurre un progetto di carattere storico sull’Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra, culminati con la pubblicazione di una monografia Mutilati ed invalidi di guerra: una storia politica. Il caso modenese (Milano, Unicopli, 2011) e una mostra itinerante. Nel 2012, ha ricevuto una borsa di studio dalla Helge Axelsson Johnsons Stiftelsen (Svezia) per condurre ricerche archivistiche nell’Europa dell’Est, nell’ambito del suo dottorato. Ha pubblicato la sua seconda monografia, Comunisti per caso (Reggio Emilia, Mimesis, 2014).
URL: < http://www.studistorici.com/2014/01/06/francesco-zavatti/ >

Articoli dello stesso autore

Inizio pagina

Diritti d'autore

Creative Commons License

Creative Commons License

Gli articoli di «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.5). Possono essere riprodotti a patto di citarne l’autore e la fonte originaria, di non modificarne i contenuti e di non usarli per fini commerciali. La citazione di estratti è comunque sempre autorizzata, nei limiti previsti dalla legge.

 



The works by «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» are published under a Creative Commons Licence (CC BY-NC-ND 2.5). They can be distributed on the condition that you attribute the work to the author and licensor, you do not modify the original contents and you do not use them for commercial purposes. The quotation of excerpts however is always allowed, in accordance with the law.

Inizio pagina
  • Revues.org