Navigazione – Mappa del sito
IV. Panoramiche
24/ Spagna 2015

Fidel Gómez Ochoa, José M. Goñi Pérez, Daniel Macías Fernández (editores), La guerra. Retórica y propaganda (1860-1970)

Antonio César Moreno Cantano
Traduzione di Matteo Tomasoni
Riferimento/i:

Fidel Gómez Ochoa, José M. Goñi Pérez, Daniel Macías Fernández (editores), La guerra. Retórica y propaganda (1860-1970), Madrid, Biblioteca Nueva, 2015, 254 pp.

Testo integrale

Fidel GÓMEZ OCHOA, José M. GOÑI PÉREZ, Daniel MACÍAS FERNÁNDEZ (editores), La guerra. Retórica y propaganda (1860-1970), Madrid, Biblioteca Nueva, 2015, 254 pp.Visualizza l'immagine
Crediti : Fidel GÓMEZ OCHOA, José M. GOÑI PÉREZ, Daniel MACÍAS FERNÁNDEZ (editores), La guerra. Retórica y propaganda (1860-1970), Madrid, Biblioteca Nueva, 2015, 254 pp.

1In questi ultimi anni stiamo assistendo ad un importante recupero – concettuale ma anche metodologico – degli studi di storia militare, almeno per quanto riguarda il caso spagnolo. Nuovi obiettivi ma anche nuove visioni ed interpretazioni dei fenomeni legati ai concetti di violenza, guerra e istituzioni militari sono sorti proprio con lo scopo di rigenerare questo campo di studi. L’origine di questa riscoperta degli studi dedicati al mondo bellico sorse concretamente presso l’Universidad de Cantabria, intorno all’anno 2000, con la creazione del CIHBE (Coloquio Internacional de Historia Bélica). Durante il secondo congresso Los lenguajes de la guerra…, il dibattito ruotò intorno alla questione della complessità iconico-discorsiva della guerra, ma anche alla difficoltà di comunicazione del fenomeno bellico, motivo per il quale fu necessario ricorrere ad un approccio multidisciplinare sostenuto dalla psicologia, dalle arti, dalle scienze politiche, dalla sociologia ed anche dall’estetica. L’incontro fu un grande successo all’interno del quale vennero presentate proposte scientifiche provenienti da numerosi paesi; i contributi più innovativi e di maggior importanza sono stati inseriti nell’opera in questione. Non è un caso quindi che si sviluppi su di una riflessione che approfondisce il ruolo della retorica e della propaganda di guerra, rivendicando – in linea con l’eccellente lavoro di Peter Burke, Eyewitnessing. The User of Images as Historical Evidence del 2001 – il fenomeno della propaganda visiva (quello che oggi conosciamo come manifesti, comunicati, volantini, …). All’interno di quest’opera si propone una dettagliata analisi dei principali studi esistenti sulla propaganda bellica (Arthur Ponsoby, Harold D. Lasswell, Philip Taylor o Pizarroso Quintero), ma si ricorda anche lo scarso interesse (durato sino agli anni Novanta del secolo scorso) che si è avuto nei confronti di questa disciplina, almeno fra gli storici spagnoli. L’espressione storia militare è considerata antiquata essendo oggi più consono l’uso di concetti come historia de lo bélico (questa definizione viene rivendicata, per esempio, dalla «Revista Universitaria de Historia Militar», che insiste su aspetti come l’esperienza del combattente, la prospettiva di genere durante la guerra o il punto di vista del civile non solo come soggetto passivo, ma attivo all’interno del conflitto…). Dei dodici capitoli del libro, la metà si sviluppano proprio intorno al caso spagnolo. Temi come la guerra del Rif (María Gajate Bajo), la propaganda tedesca nella penisola iberica durante la Seconda guerra mondiale (Javier Ponte Marrero y Guillermo J. Pérez Casanovas), la fotografia e il cinema durante la guerra civile (Ángel Mato Díaz y Luis Veres), i manifesti di propaganda dei soldati repubblicani spagnoli durante la Seconda guerra mondiale (Pierre-Paul Gregorio y Adolfo Cueto Rodríguez) trovano spazio in queste pagine. Inoltre vengono presi in esame altri ambiti geografici, che vanno dal Portogallo alla Nuova Zelanda. Ultima, ma non meno importante, la riflessione sulla condizione fisica del soldato dalla Guerra di secessione americana fino alla Guerra del Vietnam. Su quest’ultimo aspetto la storica Joanna Bourke propone una riflessione tesa a valutare le modalità con cui sono cambiati i metodi di trasmissione della narrazione bellica attraverso i secoli XIX e XX. Da quello che viene definito come ‘stoicismo’ dei primi tempi si è passati ad una maggior sensibilità nei confronti dell’esperienza o delle condizioni psicologiche del soldato. Vengono qui ricostruite le diverse percezioni della guerra attraverso i rapporti sanitari, i diari dei combattenti, le testimonianze dell’epoca, che forniscono una visione globale del conflitto. Una ricerca che riunisce tutti quei fattori che si considerano imprescindibili per scrivere la nuova storia bellica: dall’interdisciplinarietà alle fonti storiche alternative, dalle nuove tematiche di studio agli effetti provocati dal conflitto. L’opera propone, infine, un’abbondante quantità di materiale grafico che logicamente aiuta il lettore ad approfondire gli sviluppi di questa ricerca; un lavoro che indubbiamente aspira ad essere un importante riferimento in quest’ambito storiografico.

Inizio pagina

Per citare questo articolo

Riferimento elettronico

Antonio César Moreno Cantano, « Fidel Gómez Ochoa, José M. Goñi Pérez, Daniel Macías Fernández (editores), La guerra. Retórica y propaganda (1860-1970) », Diacronie [Online], N° 28, 4 | 2016, Messo online il 29 dicembre 2016, consultato il 19 ottobre 2017. URL : http://diacronie.revues.org/4613

Inizio pagina

Autore

Antonio César Moreno Cantano

Antonio César Moreno Cantano ha ottenuto il titolo di Dottore in Storia contemporanea presso l’Universidad de Alcalá de Henares (2008). Ha preso parte a diverse conferenze nazionali e internazionali sul tema della dittatura franchista e ha pubblicato, su differenti riviste specializzate, numerosi articoli sulla propaganda interna ed estera della Spagna franchista durante la Guerra civile e la Seconda guerra mondiale. Ha coordinato, presso la casa editrice Trea una trilogia sulla cultura bellica e la propaganda in Spagna tra il 1936 e il 1945 (El ocaso de la verdad: propaganda y prensa exterior en la España franquista (1936-1945), Gijón, Trea, 2011; Propagandistas y diplomáticos al servicio de Franco, 1936-1945, Gijón, Trea, 2012; Cruzados de Franco, Gijón, Trea, 2013). La sua ultima pubblicazione è inserita nell’opera collettiva Otra Iglesia. Clero disidente durante la Segunda República y la Guerra Civil (Gijón, Trea, 2014).
URL: < http://www.studistorici.com/progett/autori/#Moreno-Cantano >

Articoli dello stesso autore

Inizio pagina

Diritti d'autore

Creative Commons License

Creative Commons License

Gli articoli di «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.5). Possono essere riprodotti a patto di citarne l’autore e la fonte originaria, di non modificarne i contenuti e di non usarli per fini commerciali. La citazione di estratti è comunque sempre autorizzata, nei limiti previsti dalla legge.

 



The works by «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» are published under a Creative Commons Licence (CC BY-NC-ND 2.5). They can be distributed on the condition that you attribute the work to the author and licensor, you do not modify the original contents and you do not use them for commercial purposes. The quotation of excerpts however is always allowed, in accordance with the law.

Inizio pagina
  • Revues.org